Clicca qui per Opzioni Avanzate


Archive for June, 2007

Per Una Volta che Fassino l’Aveva Detta Giusta…!

June 22nd, 2007 by Leonardo

-

di Leonardo, Ihc

“Sapevamo dei programmi di acquisto di nuove aziende da parte di Stet-Telecom, ma sapevamo anche che non era né un diritto né un dovere del Governo intervenire nell’affare, perché la sua conduzione era e doveva restare di pertinenza esclusiva dell’azienda”. Ci voleva Fassino per avere una dichiarazione così garantista della libertà d’impresa? Ci voleva Fassino per dire che un Governo, pur proprietario del 61% del capitale di una impresa, deve astenersi dall’intervenire nelle decisioni del management (comportandosi praticamente come una banca che offra risorse ad un privato lasciando che questi decida cosa farne)? Ma questo è un campione di pensiero liberale!

Continua a leggere l’articolo

Draghi Dixit: l’Inflation Targeting

June 13th, 2007 by Leonardo

-

di Leonardo, Ihc
 
Con il presente articolo cerco di continuare l’analisi della Relazione Annuale della Banca d’Italia, alla ricerca di quanto di particolarmente interessante sia stato detto, omesso, o sottinteso dal Governatore, volendo stavolta soffermarmi sul contenuto delle pagine 7 e 8 delle Considerazioni Finali limitatamente a ciò che riguarda la, tra l’altro mai enunciata esplicitamente, politica di Inflation Targeting (lascio le considerazioni più generali sulla politica monetaria ad un futuro contributo); quanto a tale riguardo rilevabile dalle parole del Governatore della Banca d’Italia è nel mio giudizio, e come cercherò adesso di esporre, il contrappunto (scontato) di alcune critiche mosse all’Inflation Targeting i cui lineamenti principali ho già esposto in “ ‘La FED Distrugge la Bussola del Mercato’: Chi Lo Disse?”.
 
 
Nelle sue Considerazioni il nostro Governatore vuole sottolineare anzitutto come i mercati finanziari siano ormai una importante fonte di informazioni. Considerato che il mercato finanziario si palesa in forma di caratteristiche giuridiche degli strumenti trattati, ampiezza della partecipazione, ed andamento di prezzi e tassi di interesse, quanto affermato indica che dall’analisi di questi aspetti si possa rilevare qualcosa di importante sull’andamento attuale e prospettico dell’economia.

Continua a leggere l’articolo

Affluenza tragicamente in calo. Perché?

June 11th, 2007 by Admin

-

Fonte: Rolli, Secolo XIX.

Mercati Finanziari e Imprenditorialità

June 8th, 2007 by Admin

-

di Jacopo, Ihc


Un certo rispetto per l’evidenza dei fatti mi obbliga a propendere per l’ipotesi che la maggior parte dei gestori di portafoglio dovrebbe abbandonare gli  affari – darsi alla riparazione degli impiani idraulici, insegnare greco antico o contribuire al PIL come dirigenti d’azienda. Anche se questo suggerimento a levarsi di mezzo è un buon consiglio. Ovviamente non è una raccomandazione che verrà seguita con entusiasmo. Pochi si suicideranno senza una spinta.

Samuelson, 1974 The Journal of portfolio management.

[continua da altrove…]

L’imprenditore dimenticato

Alla luce di quanto appena affermato, se potessimo riassumere i mercati finanziari con due parole useremmo con ragionevolmente quelle di incertezza e soggettività. Ora passiamo all’imprenditore e definiamone il ruolo. L’imprenditore è indubbiamente una figura chiave in una economia di mercato. In una economia dinamica, le idee, i prodotti, i servizi, gli umori, sono in continuo cambiamento. L’imprenditore è colui che opera in un sistema di questo tipo, cosciente di poter creare un profitto sfruttando la sua conoscenza, la sue capacità, la sua professionalità. L’imprenditore, per definizione, gioca con il futuro, cerca di prevedere per primo gli sviluppi dei desideri dei consumatori, cerca di soddisfare bisogni che ancora non si sono affermati, o addirittura li crea dal nulla. Parlando in questi termini, l’imprenditore è proprio la figura adatta per un mercato finanziario, un ambiente che è incerto, dinamico, in continuo cambiamento.

Ancor più che in un mercato reale – dove infatti, come la storia tragicamente insegna, è stato sostituito più volte dallo Stato – la figura dell’imprenditore sembra necessaria in un mercato finanziario.

Continua a leggere l’articolo

Draghi Dixit: gli USA

June 6th, 2007 by Leonardo

-

di Leonardo, Ihc
Con il presente articolo spero di avviare una serie di contributi che scavino dentro la Relazione Annuale della Banca d’Italia, alla ricerca di quanto di particolarmente interessante sia stato detto, omesso, o sottinteso dal Governatore. Da parte mia voglio iniziare dalle Considerazioni Finali, e per il (spero solamente) primo contributo mi soffermo a quanto riportato alle pagine n.5 e n.6 delle Considerazioni.
 
Partiamo dall’ipotesi che i dati presi come base della Relazioni Annuale della Banca d’Italia per l’esercizio 2006 siano veritieri, e poniamo che le conclusioni che sono state tratte dal Governatore Mario Draghi siano sincere ed oneste. Dato questo per alcuni immane sforzo di immaginazione o folle fiducia nelle truffaldine istituzioni, cosa ci racconta il Governatore nelle sue Considerazioni Finali?

Continua a leggere l’articolo