Clicca qui per Opzioni Avanzate


Archive for December, 2007

BUONE FESTE! Ihc fa pausa fino all’8 gennaio.

December 27th, 2007 by Leonardo

-

Dopo lunghe riflessioni, il sito decide una pausa.

Rilassatevi e preparatevi, a pancia piena, per un 2008 pieno di elucubrazioni economico-politico-sociali!

(nella foto: il prossimo bene rifugio)

La Valuta della Cultura

December 19th, 2007 by Leonardo

-

di Leonardo, Ihc
 
L’economia è un fatto sociale.
I rapporti tra soggetti individuali e collettivi si svolgono su diversi piani, non necessariamente indipendenti, e ne derivano scambi di diverso tipo, consapevoli o meno. La diversità dei soggetti stimola l’acquisizione unilaterale di elementi culturali di altri, nel caso che tali elementi (economicamente: beni) non possiedano carattere di “esclusività”, oppure stimola scambi tra vari tipi di “beni” tra cui anche elementi culturali (conoscenza, stili, prodotti).
Gli scambi di beni e servizi sulla base di stimoli soggettivi, più o meno condizionati o vincolati, sono la base dell’economia reale; l’economia è appunto un fatto sociale. Gli scambi possono venir intermediati da una moneta, in tal caso costituiscono la base dell’economia monetaria; l’economia resta un fatto sociale senza alcun vincolo sulla natura del bene scambiato, che quindi potrà essere pure un elemento culturale.

Continua a leggere l’articolo

Destra vs Sinistra: 1-0. Segna Tocqueville (o Grillo?)

December 17th, 2007 by Leonardo

-

di Leonardo, Ihc
 
Sicuramente tutti noi che scriviamo e leggiamo su Tocque-Ville.it dobbiamo sentitamente ringraziare Macioce del Giornale per la pubblicità fattaci il 10/12 u.s. (personalmente anche per aver citato IHC quando non credevo che il sito avesse particolare risonanza). Grazie.
 
Da parte mia, ma credo che altri condividano questo punto, mi pare che il fenomeno Tocque-Ville.it sia stato un po’ “strattonato” verso la Destra parlamentare, e magari accostato un po’ troppo all’area berlusconiana. Il testo dell’articolo è in verità molto rispettoso della varietà di anime che contribuiscono all’informazione di Tocque-Ville.it e che sono tra loro legate dall’etica della libertà di espressione e del libero confronto di idee (e non sta scritto da nessuna parte che si debba essere tutti d’accordo) più che da un obiettivo politico; il concorso di titolo (“La rete del popolo della libertà”) e sottotitolo (“Un agglomerato di blog che parla tutte le lingue delle anime della destra”) con l’ultima creatura politica di Berlusconi (“il Popolo della Libertà”) mi pare ammicchi a una “appartenenza” di Tocque-Ville.it ad una sezione dell’emiciclo di Montecitorio.
 
Ma solo perché le mie idee si scontrano con forza contro quelle dei principali leader della Sinistra parlamentare, io sono ascrivibile alla Destra parlamentare? Permettetemi di dubitare.

Continua a leggere l’articolo

Stato e Finanziatori Subprime: Scopri le Differenze

December 11th, 2007 by Leonardo

-

di Leonardo, Ihc
 
Pensando al circuito finanziario creato con una cartolarizzazione, mi è venuta l’idea di schematizzare il circuito messo in piedi dallo Stato nel momento in cui concede finanziamenti agevolati (con soldi che non ha, chiaramente) ad alcune imprese. Lo Stato può reperire risorse finanziarie attraverso la tassazione o con l’emissione di bond da collocare sul mercato; queste risorse saranno appunto i fondi con cui si attuerà il finanziamento alle aziende, come dallo schema seguente:
 
 

Continua a leggere l’articolo

Nihil Ex Nihilo: dall’Inflazionomia all’Ingegneria Finanziaria

December 5th, 2007 by Leonardo

-

 
di Leonardo, Ihc
 
Un esempio di (famigerata) ingegneria finanziaria sono le cartolarizzazioni, strumento di finanza strutturata che “pulisce” l’attivo bancario piazzandolo sul mercato; confido poco che l’insieme di giri contabili sottostante possa venir compreso attraverso l’informazione diffusa via TV e giornali, per cui mi pare il caso di schematizzare il tutto prima di fare alcuni commenti.
 
 
Il sopra riportato è un normale circuito finanziario creato tramite un semplice finanziamento bancario: il risparmiatore deposita soldi in banca; la banca presta i soldi ottenendo il relativo credito; l’azienda paga gli interessi alla banca che trattiene una parte e destina il resto come interessi verso il risparmiatore.

Continua a leggere l’articolo