Clicca qui per Opzioni Avanzate


Archive for September, 2009

Cielo, i Miei Derivati!

September 30th, 2009 by Leonardo

-

di Leonardo, IHC

Sono riuscito a scrivere l’editoriale  (cioè un pezzo al volo) "Cielo, ancora i derivati" su Giornalettismo.com. Il pezzo non aggiunge veramente nulla a quanto finora detto in materia di derivati e speculazione, è solo un mezzo sfogo contro la voglia di "caccia alle streghe" attraverso argomenti oscuri ai più (e si sa che nell’ignoranza si creano tanti miti).

Ricordo ancora una volta: non si specula senza credito; non si specula se il credito costa molto. Continuare a premere sul tasto del credito per tutti a prezzi politici è il modo migliore di mantenere, non distruggere, l’ipertrofia della finanza.

Wicksell Formalizzato

September 28th, 2009 by Leonardo

-

di Leonardo, IHC

Il vostro affezionatissimo continua a dedicarsi a Wicksell. Ho sviluppato una versione formale matematica del modello di "puro credito", aperta ad ulteriori arricchimenti come le note di Matteo e, spero, i contributi sulla lunghezza del ciclo produttivo di Hayek. Data la lunghezza e la tecnicità del lavoro, non ne faccio un post, ma lo lascio la bozza linkata qui per chi è particolarmente curioso.

 

(D)Istruzione Obbligatoria

September 24th, 2009 by Leonardo

-

 

di Silvano, IHC

 

Le lezioni sono cominciate, e con esse le consuete polemiche sui "tagli alla scuola" che ogni anno scolastico si porta dietro. Presumibilmente, con l’arrivo dell’inverno seguirà il solito rituale di "scioperi" (sic), occupazioni studentesche e altre sagre di fankazzismo organizzato. Niente di nuovo sotto il sole, quindi. Domanda: ma è necessario tutto questo? Dove "tutto" è da intendersi nel senso più ampio possibile: ovvero tutta la farraginosa macchina dell’istruzione statale, dalla prescolare fino alla universitaria, obbligo scolastico incluso. La mia risposta è: "no".

Gli elementi portanti del sistema attuale sono due: l’obbligatorietà dell’istruzione fino ad una predeterminata età (attualmente in Italia 16 anni) ed il monopolio pubblico sull’istruzione. Entrambi gli istituti sono dannosi e sono funzionali all’inquadramento delle masse, al livellamento delle intelligenze, alla riduzione dello spirito critico e di iniziativa all’interno di determinati pattern comportamentali identificabili. E questo senza considerarne i costi economici connessi in termini di fiscalità generale.

Continua a leggere l’articolo

Pensieri Pre-Vacanzieri

September 7th, 2009 by Leonardo

-


di Leonardo, IHC


Per queste due settimane sarò in ferie, e non ho una gran voglia di strizzarmi il cervello. Però vi voglio lasciare con alcuni veloci spunti di riflessione che ho ricavato dalla lettura del Sole24Ore del 05/09/09 (ma perché prendo sempre il Sole24Ore? Perché se qualcosa esce lì o è un’assurdità stratosferica da stigmatizzare o è una verità che non può più essere nascosta, quindi sempre ottimi spunti dal quotidiano economico più importante in Italia).

Gli spunti di riflessione riguardano le sofferenze bancarie, la speculazione affamatrice, il tasso dei BOT a zero, e la mania “cospirazionista”.

 

Continua a leggere l’articolo

Banco-Centricità e Arretratezza

September 2nd, 2009 by Leonardo

-

 

di Leonardo, IHC

 

Il sistema finanziario italiano è banco-centrico, quelli anglosassoni sono mercato-centrici. Questa constatazione è ben presente in chiunque sia interessato ai rapporti tra finanza ed economia reale, ma solitamente si prende il fatto come un dato e non interessa particolarmente capire come si sia arrivati a questo, e sicuramente non interessa molto a  coloro che fino ad oggi hanno osannato questa sostanziale “arretratezza finanziaria” italiana quale scudo alla tempesta cosiddetta “subprime” partita dagli USA: perché spaccare il capello in quattro visto che abbiamo subito la crisi meno dei USA e Germania?

Siccome non è vero che l’Italia è stata né sarà protetta dalla crisi mondiale grazie alla propria ignoranza e arretratezza, a costo di una trattazione un po’ “lunga”, prima vediamo qualche numero del PIL, poi prendiamo qualcosa che Giuseppe Zadra, ex direttore generale dell’ABI, ha detto il 23/08 sul Sole24Ore, e infine rendiamo il tutto coerente con un po’ di teoria economica (Modigliani, tanto per restare in Italia).

Continua a leggere l’articolo