Clicca qui per Opzioni Avanzate


Archive for September, 2011

The New Liquid World (From Berna to Rio)

September 30th, 2011 by Leonardo

-

by Leonardo, IHC

 

After the funny “scoop” of the “Lettera di uno Speculatore a Trichet” [A Letter to Trichet from a Speculator], your affectionate Leonardo tries to talk of finance and economic policy seriously.

As a colleague of mine asked me “how can I insert a negative interest rate in the database?”, I thought he was joking; but the short term interbank interest rates in Swiss franc were negative indeed!

While I was wondering on that, I was informed that Brazil had just cut its official rate by half a point.

Nihil ex nihilo (fiat money excluded). Could the two facts be correlated? Continua a leggere l’articolo

History Repeating – Ancora Non per Molto

September 28th, 2011 by Leonardo

-

di Leonardo, IHC

 

Le principali Banche Centrali forniranno per “soli” tre mesi dollari a iosa alle banche, soprattutto europee. Ufficialmente si vuol risolvere – qualcuno dice “prevenire” – il blocco del mercato interbancario; questo perché le banche e i fondi USA stanno creando problemi alle controparti europee negando loro progressivamente i fondi, in quanto c’è ufficialmente il timore che queste siano piene di defaultanti titoli di Stato greci.

Ho già visto questa scena. Era il 2008, e sulla paura che le banche “nascondessero” in bilancio i malefici “subprime”– che stavano scoppiando uno dopo l’altro come canotti – queste smisero di prestarsi i soldi tra loro.

Continua a leggere l’articolo

Fuga dalle Banche in Ordine Sparso!

September 26th, 2011 by Leonardo

-

di Leonardo, IHC

 

Il Sole24ore del 25/9/11 riporta una tabella interessante: per diverse banche europee viene mostrato quanto le loro azioni abbiano perso in Borsa a partire sia da luglio che da inizio 2011; vengono riportati anche alcuni indici fondamentali (rapporto prezzo/utile, rendimento del capitale proprio, rapporto prezzo/patrimonio, rating). Consiglio di dare un’occhiata alla tabella (qui articolo e tabella), giusto per fare qualche velocissima considerazione.

Direi che si debba opportunamente considerare la performance di tutto il 2011, perché si hanno pure casi di corsi che negli ultimi mesi hanno recuperato qualcosa rispetto al periodo precedente, probabilmente in forza di riequilibri di portafoglio e rientri da movimenti in overshooting, sebbene nella maggior parte dei casi il grosso dei crolli sia avvenuto di recente.

Continua a leggere l’articolo

I Funamboli della Politica Monetaria Ballano Pure il Twist

September 23rd, 2011 by Leonardo

-

di Leonardo, IHC

 

È confortante che nel mondo esista gente come Bernanke e i suoi consiglieri (escludendo quelli come il critico Plosser), perché mi ricordano di essere umile, di non cadere nella supponenza di aver capito tutto fin nel dettaglio del futuro corso di azioni dell’economia e degli enti statali ad essa preposti: la fantasia dei nostri Eroi va ben oltre le mie possibilità!

Mi aspettavo sciacquoni monetari – e l’abbiamo, più o meno dissimulati tra aiuti, facility, programmi di acquisto, e currency swap. Mi aspettavo sostegni ai titoli di Stato – e ne abbiamo di espliciti sulle due sponde atlantiche. Consideravo che qualsiasi altra eventualità fosse solo una variazione su questi temi, e invece con cosa ti vengono fuori? L’operazione Twist!

Continua a leggere l’articolo

La “Nuova” Vita del Franco Svizzero

September 21st, 2011 by Leonardo

-

di Silvano, IHC

 

La Swiss National Bank ha deciso ufficialmente di definire un tasso di cambio minimo tra euro e franco svizzero a quota 1,20. Oltre questa soglia, in caso di apprezzamento, la Banca Centrale svizzera si impegna ad intervenire sul mercato dei cambi in modo illimitato per evitare ulteriori apprezzamenti della valuta elvetica procedendo ad acquistare euro senza limiti di sorta. Il consiglio della BCE a Francoforte ha commentato in una nota di essere stato informato dalle autorità elvetiche, sottolineando come la decisione sia stata presa da queste ultime sotto la propria esclusiva responsabilità.

Continua a leggere l’articolo

E Tutti a Parlare di Spread

September 19th, 2011 by Leonardo

-

 

di Leonardo, IHC

 

Trovo sempre affascinante come l’informazione ufficiale – televisione radio e quotidiani – riescano ogni volta a “creare” un fenomeno su cui poi battere e ribattere per tener desta l’attenzione degli utenti, e quindi vendere il proprio servizio. Niente di male, è il commercio: creo qualcosa che interessa, che colpisce, e lo uso come cavallo di Troia per vendere, ché se non vendo muoio di fame. Che poi il mio cavallo di Troia commerciale abbia un valore concreto rispetto ai termini in cui è venduto, è un po’ affare di chi (magari stupidamente) lo “compra”.

Ultimamente ci stanno “vendendo” con costanza lo spread tra BTP e Bund, e giù tutti a parlarci sopra come bussola di qualsiasi dibattito.

Continua a leggere l’articolo

From Bail-Out to Bail-In

September 16th, 2011 by Leonardo

-

By Silvano, IHC

The existence of a financial industry where firms are “too big to fail” or “too connected to fail” can’t be accepted anymore as an essential feature of the system: it is too costly for taxpayers and public finances, it distorts competition and it is a source of moral hazard. A first step in order to avoid or reduce the negative outcomes of what has been properly defined a “financial fiasco” is to develop workable resolution mechanism. Failing banks and other financial resolution should be resolved minimizing economic and social costs and without expenses for taxpayers.

Continua a leggere l’articolo

Ecco il Perché del Nostro Enorme Debito! Ringraziamoli

September 14th, 2011 by Leonardo

-

 

di Leonardo, IHC

 

La sera del 3 settembre, e in replica il pomeriggio del 4, Canale50 ha mandato in onda un incontro del Caffè della Versiliana con ospite un importante politico della prima Repubblica.

La lunga discussione ha girato attorno alle solite cose: cos’è la politica, a che serve la politica, come si paga la politica, la gerontocrazia della politica, la differenza tra partiti e cultura politica… Un mucchio di cose in cui non voglio entrare, tanto sapete più o meno come la penso, e poi molti di questi discorsi sfiorano il filosofeggiare autoreferenziale o eleganti esercizi di meta-linguaggio.

Per un attimo però, incalzato da una serie di “accuse” sulla cattiva gestione del denaro pubblico, in particolare con riferimento ai baby-pensionati, il nostro politicozzo è saltato sulla sedia e ha “rivelato” perché l’Italia entro gli anni ’80 ha accumulato un debito colossale. Merita riportare velocemente la spiegazione.

Continua a leggere l’articolo

Roubini e Marx

September 12th, 2011 by Leonardo

-

di Silvano, IHC

Nouriel Roubini ci informa recentemente che sì, Marx aveva (in parte) ragione. Vedi qui. In tempi di double dip e crisi dei debiti sovrani è tornato di moda anche presso economisti e giornalisti mainstream ritirare fuori qualche polverosa citazione del signor Karl (e da questo intuisco che non sappiano più quali pesci pigliare). In particolare Roubini afferma che

Karl Marx sembrerebbe almeno in parte aver ragione del fatto che globalizzazione ed intermediazione finanziaria conducono [l’economia] fuori controllo, mentre la redistribuzione della ricchezza dal lavoro al capitale può condurre il capitalismo ad autodistruggersi (anche se la sua idea che il socialismo produca risultati migliori si è rivelata errata)”.

Continua a leggere l’articolo

We Need New Theories

September 9th, 2011 by Leonardo

-

This article is the English translation of “Servono Nuove Teorie” posted on IHC on November 8, 2010.

by Leonardo, IHC

 

Mauldin’s newsletter can be a source of interesting hints. For instance, read “Why QE Doesn’t Work” whch recalls a discussion paper by Carpenter and Demiralp. The core is that a pillar of economic theory, the money multiplier, does maybe not exsist. As of late 2010 USA Bank reserves were about $ 1.1 trillion compared to the $ 47.3 billion as of september 2008; they have grown 23 times; the M2 money aggregate has grown by 11,4%; bank credit has even decreased.

All this has occurred in spite of the common wisdom that credit and money – sight deposits included – are quite a stable, well-estimated multiple of reserves. So, what is the usefulness of the famous Quantitative Easing (QE)?

Continua a leggere l’articolo