Clicca qui per Opzioni Avanzate


Archive for October, 2011

Hotel California

October 7th, 2011 by Leonardo

-

di Silvano, IHC

È circa un anno e mezzo – mese più mese meno – che attendiamo la notizia ufficiale del fallimento della Grecia (vedi qui, qui e qui). I requisiti fondamentali per un’insolvenza ci sono già da un pezzo, ma i nostri cari leader (Sarkozy e Merkel in testa) sembrano intenzionati a scongiurare l’evento ad ogni costo. In compenso Atene è regolarmente visitata da una troika composta da membri della UE, della BCE e del FMI che dopo la consueta dose di pite, tzatziki e piatti di mussaka lascia la capitale ellenica perennemente insoddisfatta per le decisioni prese ed i target mancati dal Governo di Atene.

Continua a leggere l’articolo

Scorie – Incorreggibile Koo

October 5th, 2011 by Leonardo

-

di Matteo Corsini

 

"Le banche centrali stanno oggettivamente cercando di spingere al rialzo i prezzi degli asset usando l’espansione quantitativa e l’effetto di ribilanciamento di portafoglio. L’aumento dei prezzi degli asset risultante da queste manovre rappresenta una potenziale bolla – o quanto meno un fenomeno guidato dalla liquidità – fin dall’inizio. La questione è se l’economia reale possa crescere se i prezzi degli asset sono guidati al rialzo dalla liquidità. Se la risposta è negativa, quei prezzi formeranno una bolla che a un certo punto scoppierà. Il risultato finale potrebbe essere molto peggiore rispetto al caso in cui l’allentamento quantitativo non fosse stato posto in essere… La recente crescita dell’economia statunitense rappresenta un pericolo perché rende la gente compiacente… Ma l’economia è ben lungi dal crescere autonomamente… l’economia americana è stata supportata solamente da un massiccio stimolo fiscale pari al 9% del Pil".

(R. Koo)

Continua a leggere l’articolo

Bank Run, Maturity Mismatch, e Dintorni

October 3rd, 2011 by Leonardo

-

di Silvano, IHC

Il modello di Diamond e Dybvig (1983) è un classico della letteratura sui fallimenti bancari ed anche per questo ne sono state riformulate più volte successive versioni. Una delle assunzioni di base è che le crisi bancarie non debbano necessariamente essere correlate con il ciclo economico: fondamentalmente il bank run viene spiegato come l’esito di uno dei possibili equilibri generato da una crisi di liquidità dovuta alla natura stessa della attività bancaria dove i depositi a vista vengono impiegati in prestiti a termine.

Il contratto di deposito a vista può realizzare un equilibrio ottimale di condivisione dei rischi e massimizzazione dell’output e del consumo nel tempo ma al tempo stesso un altro possibile equilibrio è quello della “corsa agli sportelli” o bank run, in cui tutti i clienti tentano di ritirare i depositi simultaneamente. Da questo punto di vista, data la natura del deposito a vista e la struttura degli impieghi, la corsa agli sportelli è una profezia in grado di autorealizzarsi a prescindere dai fondamentali della banca stessa.

Continua a leggere l’articolo