Clicca qui per Opzioni Avanzate


Archive for April, 2012

Altre Austro-Opinioni Monetarie

April 30th, 2012 by Leonardo

-

 

di Leonardo, IHC

 

Dopo la paradossale boutade sull’ipotetico favore di Keynes alla riserva bancaria intera, mi va di tornare sugli argomenti “moneta” e “riserva bancaria”, in specie richiamando in dettaglio l’articolo di Schlichter su Cobden Center “What gives money value, and is fractional-reserve banking fraud?.

D’ora in poi per la sedicente ortodossia di Rothbardiani e DeSotiani userò il termine “Austrodossia” e il corrispondente aggettivo “austrodosso”. Sono certo che molti non apprezzeranno.

Continua a leggere l’articolo

Illusioni Alimentari tra Prezzo e Marchio

April 26th, 2012 by Leonardo

-

di Leonardo, IHC

 

Consiglio di ripescare un articolo della Repubblica del 28 marzo scorso in cui si parlava del gruppo di acquisto “Io guardo l’etichetta”. Si parla del fatto che produttori di generi alimentari “di marca” (“brand”, nel gergo di chi ci capisce) vendono ad un certo prezzo sotto il marchio famoso ed anche ad un prezzo molto inferiore sotto etichette anonime o generiche (come quelle di una cooperativa).

Il gruppo di acquisto invita a “leggere l’etichetta” per capire se un prodotto apparentemente da discount non sia in realtà equivalente ad uno di marca.

Continua a leggere l’articolo

E se Keynes Tifasse per l’Ortodossia Austriaca?

April 23rd, 2012 by Leonardo

-

Attenzione, questo pezzo è volutamente paradossale e provocatorio e non dà del "keynesiano" a nessun sincero "austriaco" neppure del tipo più ortodosso-integralista (nel senso della riserva intera); è appunto solo un paradosso per parlare della tesaurizzazione e della volontà individuale.

di Leonardo, IHC

  

Torno sulla riserva frazionaria. Forse è un po’ noioso il mio difendere qualcosa di tanto vituperato dall’ortodossia austriaca, anche perché realisticamente nessun Governo – correttamente o meno – imporrà mai una riserva 100% sui depositi, e quindi la controversia in cui mi lancio appare molto “scolastica” e poco pratica. In realtà ritengo che l’argomento sia importante per la comprensione delle nostre economie monetarie ed abbia rilevanti implicazioni anche riguardo il metodo di indagine nonché sulla nostra capacità di trattare da una parte i “fatti” e dall’altra i “giudizi” di opportunità.

La riflessione che mi preme oggi tocca un punto essenziale per la validità delle teorie keynesiane: la tesaurizzazione.

Continua a leggere l’articolo

Il Gioco di Rawls

April 20th, 2012 by Leonardo

-

di Leonardo, IHC

 

Ho già parlato di Rawls e della sua soluzione Neocontrattualista (qui), ed ho fatto cenno ad uno scampolo di Teoria dei Giochi come forma possibile di trattamento del suo egualitarismo.

Per puro amore della forma (vezzo che mi rende inviso a moltissimi austro-ortodossi) provo a dare un trattamento matematico-formale a tutta questa faccenda.

Continua a leggere l’articolo

Morale Libertà e Giustizia: una Riflessione su Rawls

April 18th, 2012 by Leonardo

-

di Leonardo, IHC

 

Dal Prof. Sollazzo abbiamo ricevuto una buona lezione sul neocontrattualismo di Rawls, ma ancora di più sulla concezione – di quest’ultimo – della giustizia e equità, e sul metodo logico che porta a tali conclusioni.

Ci sono alcuni punti del pensiero di Rawls – non tanto di Sollazzo – che meritano una particolare riflessione. È curioso che alcune critiche che mi sovvengono siano, come schema logico, le stesse che ho già rivolto ai Gold bug in un contesto chiaramente del tutto diverso.

Continua a leggere l’articolo

Il Neocontrattualismo come Strumento di Giustizia Sociale

April 16th, 2012 by Leonardo

-

Questo articolo è gentilmente concesso dal prof. Sollazzo, ed è stato pubblicato il 18/01/2010 sul sito CriticaMente. L’articolo sarà oggetto di ulteriori riflessioni su IHC.

 

di Federico Sollazzo


Se il movimento di riabilitazione della filosofia pratica si può considerare, in senso lato, come un tentativo di (ri)connessione della dimensione etica con quella politica (che nella modernità si sono sempre più palesemente allontanate l’una dall’altra), allora anche la riflessione neocontrattualista può essere collocata all’interno di tale movimento(1).

Ora, il metodo del contrattualismo è stato, in epoca contemporanea, ripensato da Rawls come strumento di giustizia sociale che, a sua volta, viene dal pensatore statunitense considerata come il possibile trait d’union fra la sfera dell’etica e quella della politica(2).

Continua a leggere l’articolo

Cicli Sociologici e Rischio nei Mercati Finanziari

April 12th, 2012 by Leonardo

-

di Leonardo, IHC

 

Il libro di Mutti “Finanza sregolata?”, già richiamato qui e qui, riporta alcune considerazioni sugli andamenti ciclici dei mercati finanziari e sugli associati – o semplicemente coincidenti – cicli di regolamentazione/deregolamentazione, riconducendo almeno in parte questa dinamica ad un processo di espansione/limitazione di comportamenti opportunistici con il conseguente riflesso sul grado di fiducia diffuso nel mercato. L’idea mi pare interessante perché in qualche modo riprende l’intuizione del dott. Monsurrò in merito ai cicli del rischio come componente se non “motore” dei cicli economici (questo però sempre all’interno dell’approccio Misesiano per cui i cicli economici discendono da fattori monetari), di cui qualche “assaggio” qui e qui.

Continua a leggere l’articolo

Scorie – Quali Astratte Teorie Monetarie e Primato del Mercato?‏

April 10th, 2012 by Leonardo

-

di Matteo Corsini

 

"Anche la Fed ha chiaro che se la formazione dei tassi fosse lasciata solo al mercato o agli operatori finanziari, il credito diverrebbe scarsamente accessibile e il debito insostenibile. Il deficit spending federale rimedia comunque al pericolo che la liquidità immessa dalla Fed nel sistema resti inutilizzata, come pure è successo. Anche in tal caso, le esigenze dell’economia reale e la stabilità delle finanze federali prevalgono sulle astratte teorie monetarie e sul primato del mercato". (G. Salerno Aletta)

Dopo aver trascorso gli ultimi mesi a elaborare piani per investimenti forzosi da imporre agli italiani per ridurre lo stock di debito pubblico, Guido Salerno Aletta bacchetta l’Europa per il suo rigorismo fiscale e monetario (sic!).

Continua a leggere l’articolo

La Misura Critica dello Stato, se Stato Deve Essere

April 5th, 2012 by Leonardo

-

di Leonardo, IHC

 

Il Cobden Center offre giornalmente nel suo sito articoli di teoria economica e narrativa austriache dell’attualità. Interessante è il post “What is the correct size and proper function of the state?” di Schlichter, che riesce molto brevemente a spiegare le ragioni della miniarchia di stampo liberale classico contro il “big state” occidentale dei nostri tempi.

L’articolo però si spinge oltre, fino a sostenere che anche la dimensione miniarchica è inefficiente, per cui resta la sola possibilità dell’anarco-capitalismo. Posizione suggestiva (a quale sincero liberale non piacerebbe?), ma debolmente sostenuta e di scarsa utilità pratica.

Continua a leggere l’articolo

Anche il Target nel Mirino

April 3rd, 2012 by Leonardo

-

di Leonardo, IHC

Sempre per la serie “bruciata una strega, se ne cerca un’altra” oggi farei due parole sul Target2, il sistema dei pagamenti tra paesi europei gestito dal SEBC (Sistema Europeo delle Banche Centrali, cioè BCE e tutte le altre NCB o Banche Centrali Nazionali della UEM). Abbiamo in giro dei genî che, non paghi delle cacce alle streghe speculative degli ultimi anni, hanno cominciato a prendersela con gli squilibri commerciali infra-euro quali cause della crisi (qui il nostro ultimo commento); piano piano la critica si sta spostando dalle bilance commerciali al Target2 come, a sua volta, causa di questi squilibri.

Ma cosa è il Target2?

Continua a leggere l’articolo