Clicca qui per Opzioni Avanzate


Archive for September, 2012

Austriaci e Austro-Manichei, Dov’È il Confine?

September 27th, 2012 by Leonardo

-

di Silvano, IHC

Ho letto un recente post su VonMises.it con i relativi commenti. L’oggetto del pezzo è l’ipotesi di una costituenda Unione Bancaria europea. Forse sarebbe meglio dire che l’incipit è l’Unione Bancaria: nel giro di qualche paragrafo il tema diventa “un altro mondo è possibile” e riprende la retorica manichea di chi spacca tutto in due: mercato vs Stato, individuo vs società e così via discorrendo. È un modo di procedere comune a chi ha un marcato bias ideologico e si colloca ad una delle due estremità dello spettro politico (mea culpa: lo faccio anche io a volte).

Continua a leggere l’articolo

Draghi: New Excuses to Increase Money Supply

September 26th, 2012 by Leonardo

-

This article was previously published in Italian as “Draghi: Nuove Scuse per Nuova Moneta” on 13 August 2012.

by Leonardo, IHC

 

Austrian (even some monetarist) economists believe in the following truth: printing money solves no problems, it can procrastinate them at best. Who knows something of Austrian economics, knows that printing will even worsen the problems re-occurring in the future and, however long this trick can work, a day comes when printing will make no effects thus the economy will crack.

The main problems on the desk today are public finances (both European and American) and robustness of the banking sector (officially linked to public finances problems, actually caused by easy lending policies of the past); as no one wants to face the problems as they are (which would mean cutting public spending and letting some banks default), the temporary solution to “pouring out more money” into the two sectors gets implemented. The point then becomes to find – i.e. print – further money: what has been done or proposed (EFSF, ESM with banking license, LTROs with low/lowering interest rates) goes accordingly, only with different justifications or “excuses”. The position expressed by Governor Draghi that the ECB will intervene directly in the govies market to restore the proper “transmission” mechanism of monetary policy is only the latest “excuse”.

Continua a leggere l’articolo

La Conoscenza Infinita

September 24th, 2012 by Leonardo

-

di Leonardo, IHC

 

Leggendo il racconto breve “La Biblioteca Universale” di Kurd Laßwitz ho trovato una riflessione interessante sulle possibilità dell’intelletto, della pura speculazione, e sul rapporto tra pensiero speculativo e realtà (o, meglio, percezione ed esperienza della realtà), che porta fino alla questione della "verità" e del pensiero critico.

Il racconto ha per oggetto più precisamente la matematica, e la speculazione è appunto speculazione matematica, ma i concetti sviluppati possono andare ben oltre questa materia, ed è per questo che ne parlo.

Continua a leggere l’articolo

Due Citazioni, Indovinate di Chi

September 21st, 2012 by Leonardo

-

di Leonardo, IHC

 

Pensierino del fine settimana. Leggendo in anteprima l’ultima fatica del Prof. Muscatello (di cui non dirò nulla) ho trovato due periodi molto interessanti. Intanto vi propongo il primo accuratamente “censurato”; provate a indovinare a quale Paese si riferisce e pure chi l’ha scritta:

 

Dove, come per esempio [XXX], le autorità centrali e locali controllano l’uso di più della metà del reddito nazionale (il 53%, secondo una stima ufficiale [YYY]), esse controllano indirettamente quasi per intero la vita economica di una nazione. In un caso del genere sostanzialmente non c’è più un fine individuale il cui conseguimento non dipenda dall’azione dello Stato, e la ‘scala sociale dei valori’ che guida l’azione dello Stato deve di fatto abbracciare tutti i fini individuali”.

 

Quale Paese si parla, nascosto quei [XXX] e [YYY]?

Continua a leggere l’articolo

Sullo Stato Onnipotente

September 19th, 2012 by Leonardo

-

IHC è felicissimo di ospitare un lavoro di Ennio Emanuele Piano, allievo del ben noto Prof. Muscatello e già contributor per altri siti (NotaPolitica.it, DailyBlog.it). Il pezzo è un po’ lungo ma non aveva senso tagliarlo, e sinceramente vale la pena leggerlo tutto d’un fiato. Grazie.

 

di Ennio Emanuele Piano

 

“Lo Stato Onnipotente” è un libro di difficile classificazione. Scritto nel 1944, quando Mises si era ormai stabilito negli Stati Uniti da qualche anno, appare come il tentativo da parte dell’autore di ricostruire il processo che ha portato la Germania, solo un secolo prima culla della cultura europea, a diventare la protagonista assoluta di un conflitto (la Seconda Guerra Mondiale) che per barbarie e violenza non ha forse precedenti nella storia. Ai capitoli più “storiografici” si alternano poi alcune pagine che potremmo definire di filosofia politica, che hanno per oggetto un tentativo di comparazione delle ideologie nazionalsocialista e marxista, e del risultato della loro applicazione rispettivamente in Germania e nell’Unione Sovietica.

Continua a leggere l’articolo

Imprese Italiane: si Sta come d’Autunno sugli Alberi le Foglie…

September 17th, 2012 by Leonardo

-

di Silvano, IHC

Era il lontano febbraio del 2000: Luna Rossa vinceva la Louis Vuitton Cup e si accingeva a sfidare i neozelandesi detentori dell’America’s Cup. Il gergo nautico spopolava anche nelle tabaccherie e nei bar di periferia. Spinnaker e strambata erano diventate parole d’uso quotidiano. Improvvisamente sembrava che – vista la moria di santi e di poeti – gli italiani fossero tornati ad essere almeno un popolo di navigatori. Nei treni, nei tram, al supermercato, almeno una volta al giorno era possibile udire qualcuno conversare di regate.

Oggi, da almeno un anno, i mass media hanno ricreato lo stesso mood (anche se di segno opposto) attorno alla crisi economica portando lo spread BTP-Bund sulle tavole degli italiani con telegiornali della sera spesso seguiti da trasmissioni di (dis)informazione economica dove giornalisti tuttologi commentano i problemi di finanza pubblica e gli alti e bassi dei mercati in uno stile che ricorda il Processo del Lunedì del vecchio Aldo Biscardi. Possiamo essere così certi che quello finanziario è solo l’epifenomeno del problema, peraltro malamente rappresentato. Come recita il noto adagio cinese: quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito.

Continua a leggere l’articolo

Nota Veloce di White

September 14th, 2012 by Leonardo

-

di Leonardo, IHC

 

Questo non è un articolo, ma solo un flash. Boettke ha piazzato un articolo su Coordination Problem "The Chicago Plan Revisited" con l’usuale filata di motivi per cui "gli austriaci sono diversi, anche se altri dicono cose uguali o molto simili". Non è questo il punto.

Il punto è la perdurante difesa della posizione dei "riservisti interi", quelli del "100% reserve banking", non tanto per ciò che chiedono ma effettivamente per ciò che concepiscono essere ciò che avversano e ciò che supportano. La questione è riassunta benissimo in un veloce commento di White che riporto per intero.

Continua a leggere l’articolo

Mazziero Research: Debito, Inflazione e Disoccupazione non Lasciano Pace

September 12th, 2012 by Leonardo

-

Comunicato stampa del 10 settembre 2012 da Mazziero Research.

di Maurizio Mazziero

 

Debito pubblico ai massimi storici, 1.973 miliardi, con una contrazione del Pil del 2,5%, inflazione al 3,5%, disoccupazione al 10,7%, con un tasso di disoccupazione giovanile del 35,3% e altre 570.000 persone in cassa integrazione.

Continua a leggere l’articolo

Dal Mario Anti-Spread al Mario-Bis?

September 10th, 2012 by Leonardo

-

di Leonardo, IHC

 

Scommetto che avete sentito dire che la BCE acquisterà illimitatamente titoli di Stato per tenere a freno lo spread. Magari avete anche sentito di nuovi mirabolanti poteri di vigilanza bancaria della BCE. Quanto annunciato con un certo dettaglio dal Governatore Draghi il 6/09 u.s. è la diretta conseguenza del summit europeo del 28/06. Consiglio anzitutto di riprendere il mio commento ante-summit nonché il primo commento post-summit. I commenti sull’annuncio di Draghi che ho letto si concentrano sul problema spread e sfiorano il problema Bundesbank sottolineando le garanzie di sterilizzazione monetaria. Ma la questione è più ampia (appunto, leggete i due link).

Continua a leggere l’articolo

Ciclo Economico, Porchettari, Twitter… e Hayek

September 6th, 2012 by Leonardo

-

di Leonardo, IHC

 

Qualche tempo fa vi ho parlato brevemente del rapporto tra Paesi emergenti ed economia della conoscenza, attingendo dal mio paper per l’International Journal of Social Ecology and Sustainable Development. In particolare ho sottolineato il caso africano dell’uso dei telefoni cellulari come soluzione alla carenza di infrastrutture fisiche: il punto è permettere a certe informazioni, certe forme di conoscenza, di circolare così da dirigere in modo efficace ed efficiente l’azione umana.

Pure il fenomeno del cibo di strada in occidente risponde a questo schema, e la recente crisi ci dà un esempio formidabile.

Continua a leggere l’articolo