Clicca qui per Opzioni Avanzate


Archive for April, 2014

Le Tasse Non Tagliate

April 30th, 2014 by Leonardo

-

di Santo Scarfone

 

Se le parole avessero un qualche valore in Italia, la pressione fiscale nel nostro Paese dovrebbe essere molto bassa. Nei salotti buoni della televisione esponenti di ogni estrazione politica si dicono, a parole, pronti a lottare per una riduzione del carico tributario: chi sui patrimoni, chi sul lavoro, chi sui consumi. Anche tra la gente si fa fatica a trovare qualcuno che difenda le attuali pretese del fisco. Chi ha di meno vorrebbe far pagare chi ha di più, chi ha di più vorrebbe pagare meno per continuare a fare impresa e a creare prosperità. Queste parole, però, non si tramutano mai in fatti.

Continua a leggere l’articolo

Eurexit: Datemi un Numero!

April 28th, 2014 by Leonardo

-

di Leonardo, IHC

 

Uno degli aspetti peggiori del dibattito sull’eurexit (cioè che l’Italia possa o meno trovar giovamento nell’uscire dalla moneta unica facendosene una “sovrana”) è la scarsità dei numeri presentati. Dal lato no-euro si fanno paragoni con il passato (economicamente già molto lontano), e dal lato pro-euro (in realtà contro-lira) si paventano scenari che vanno dalla crisi all’apocalisse ma… nessuna quantificazione.

Effettivamente è più che difficile fare una previsione: in mezzo stanno troppe variabili locali e globali, un’opinione di mercato poco “gestibile”, una insufficiente condivisione dei modelli di studio, e comportamenti strategici esterni alquanto oscuri. Essendo poi la prospettiva alquanto “nuova”, i parametri econom(etr)ici possono variare in modo imprevedibile (in ossequio a Lucas… ma anche a Mises) mandando tutta l’analisi all’aria.

Continua a leggere l’articolo

Italia Psicologicamente Stronza (Finché Può)

April 23rd, 2014 by Leonardo

-

di Leonardo, IHC

 

Per natale il caro Ferdinando (l’autore di questo) mi ha regalato un libro divertente e serio, “101 modi per liberarti dagli stronzi e trovare soddisfazione nel lavoro” del lifecoach Stanchieri; devo dire che è consigliabile. Forse un giorno tenterò una analisi economica dello stronzo, probabilmente sulla scorta del prezioso lavoro fatto dallo storico Cipolla attorno allo stupido. Stavolta invece proverò a fare un ponte tra due concetti che vi ho trovato dentro, provando a passare dalla psicologia dell’individuo a quella della “società” per descrivere come vedo il Belpaese.

Continua a leggere l’articolo

Evizionismo: Conciliare l’Inconciliabile

April 16th, 2014 by Leonardo

-

di Santo Scarfone

 

Ci sono temi che resistono al passare del tempo. Stanno lì, sotto centimetri di polvere, come dimenticati. Appaiono quasi obsoleti, questioni di un tempo ormai superato. Poi basta una scintilla, un fatto di cronaca, e tornano sulla bocca di tutti. Gli spiriti sopiti si rianimano, le posizioni si riconsolidano. Tutto torna ad essere di colpo attuale. Sono quei temi che scuotono l’animo umano, riflettendo sui quali, si riflette anche su se stessi. Da questo punto di vista, l’aborto è un tema principe. I discorsi sull’aborto riportano infatti agli anni Settanta, alle battaglie referendarie, ad un Marco Pannella giovanissimo. Sembrano avere la peculiare opacità del passato e scorrono nella mente quelle immagini in bianco e nero tipiche della storia. Nulla sembra accomunare il tema dell’aborto all’attualità. Eppure basta la notizia di un’operazione andata male per far infuriare nuovamente le polemiche. Lo abbiamo visto nei giorni, quando la notizia di una donna morta Torino a seguito della somministrazione della RU486 ha affollato le prime pagine dei quotidiani.

Continua a leggere l’articolo

Se anche De Grauwe si Beve il Cervello… (parte II: Problema “Solo” Contabile un Cavolo!)

April 14th, 2014 by Leonardo

-

di Leonardo, IHC

 

[continua]

 

… siamo fritti davvero. Continuo il dettaglio delle obiezioni presentate da De Grauwe in Why the European Court of Justice should reject the German Constitutional Court’s ruling on Outright Monetary Transactions con qualcosa che farà tremare i polsi:

 

1)    La ricapitalizzazione di una Banca Centrale è una mera questione contabile, un mero gioco delle tre carte dove il Tesoro passa un debito alla Banca Centrale a ripianare una perdita di bilancio. Giusto come estratto:

When national governments decide to recapitalize the ECB to make up for the loss of € 1 billion, they transfer bonds to the ECB worth 1 billion, allowing the ECB to increase its equity by € 1 billion […] it would not require Eurozone citizens to pay more taxes”.

Facendo mio un pensiero espresso dal dott. Monsurrò, ogni volta che sento che qualcosa in economia è puramente contabile mi si rizzano i capelli. La contabilità non è un mondo autoreferenziale a sé stante, ma un modo di relazionare una realtà finanziaria ed economica; se qualcosa succede nella contabilità, qualcosa nella realtà deve essere successo, perché se qualcosa è “solo contabile” allora nel mondo reale non deve esser successo nulla. Se facciamo sparire una perdita – e la perdita è un fatto – non può esistere alcunché di “solo contabile”.

Continua a leggere l’articolo

Inflazione, Oppio dei Popoli

April 10th, 2014 by Leonardo

-

di Santo Scarfone

 

Non penso che ci sia alcun dubbio che il quantitative easing abbia agevolato i ricchi e gli scaltri. È stato un enorme regalo”. “Speravamo di creare ricchezza”, ma “la distribuzione della ricchezza è stata fortemente concentrata”. “Noi non lavoriamo per i ricchi e per gli scaltri. Noi lavoriamo per il popolo americano. È per questo motivo che [il quantitative easing] è stata una delle mie più grandi delusioni”.

A pronunciare queste parole è stato Richard Fisher, Presidente della Federal Reserve Bank of Dallas, in un discorso tenuto qualche settimana fa alla London School of Economics. Per quanto non nuovo a critiche nei confronti della politica monetaria della Fed, le parole di Fisher colpiscono per la grande sincerità, elemento non scontato nelle dinamiche che avvolgono le Banche Centrali.

Continua a leggere l’articolo

Se anche De Grauwe si Beve il Cervello… (parte I: una Banca Infallibile)

April 8th, 2014 by Leonardo

-

di Leonardo, IHC

 

… siamo fritti davvero. Ora, non è che mi freghi particolarmente di De Grauwe, ma la qualità degli abbagli che si è preso nel ragionare di OMT (la “minacciata” politica di acquisto a tappeto di titoli di Stato) e bilancio della Banca Centrale è per me sintomatico di un momento di confusione profonda infin colà ove non lo si aspetterebbe.

Se volete, leggetevi direttamente il suo sproloquio Why the European Court of Justice should reject the German Constitutional Court’s ruling on Outright Monetary Transactions e relativi commenti, che già dicono molto. In ogni caso riprendo molto velocemente il tutto.

Continua a leggere l’articolo

Il Potere: Quello che il Liberalismo non Dice (parte II: l’Era Moderna)

April 3rd, 2014 by Leonardo

-

di Claudio Bandini

 

[CONTINUA]

 

L’industrializzazione e il progresso sono categorie difficili da definire e molto discusse. Ma aldilà delle sfumature descrivono un fenomeno reale. Descrivono una società in cui i rapporti si moltiplicano, certi tipi di legami sociali si indeboliscono o spariscono mentre altri, nuovi, si formano. Lo standard di vita aumenta, le aspettative anche. La stragrande maggioranza della popolazione non è più occupata nell’agricoltura e vive in un ambiente urbano o comunque in uno in cui ha la possibilità (e la necessità) di confrontarsi con un numero straordinariamente più grande di “altri” e quindi di problemi e realtà diverse da quelle personali o del suo piccolo clan. Ciò può produrre – e produce – istintivamente cioè e in maniera “naturale”, un effetto di spaesamento (forse potremmo dire “alienazione” senza timore di scivolare nel marxismo spicciolo) che dà l’effetto di una perdita di potere sulla propria vita e sulle proprie scelte.

Continua a leggere l’articolo